Curiosità - Fioridea - Piante, Fiori e addobbi scenografici a Borgotaro (Pr)

Vai ai contenuti

Menu principale:

 

CURIOSITA'

 

Come curo i fiori recisi?

  • Riempire un vaso di acqua pulita dopo averlo ben sciacquato, se necessario anche con candeggina.

  • Per taluni fiori a gambo molle la dose di acqua deve essere ridotta: per le gerbere deve essere di circa 6-10 cm.

  • Per le rose l’altezza dell’acqua deve essere almeno pari al 40% dell’altezza della rosa.

  • Aggiungere una bustina di nutrimento per fiori recisi.

  • Quando non è disponibile il nutrimento utilizzare qualche goccia di candeggina pura, non profumata, allo scopo di ritardare la formazione di batteri nell’acqua.

  • Va bene anche dello zucchero che svolge la stessa funzione.

  • Provate anche con del filo di rame immerso in acqua.

  • Cercare di cambiare l’acqua anche tutti i giorni se non c’è il nutrimento.

  • Tagliare i fiori appena acquistati in obliquo (le rose anche di 3 o 4 cm) con una lama affilata. Sarebbe opportuno che tale operazione fosse fatta mantenendo il taglio sott’acqua per evitare che si formino bolle di aria nei vasi linfatici dello stelo che rendono difficoltosa l'aspirazione dell'acqua verso il fiore e le foglie.

  • Ripetere l’operazione di taglio giornalmente di almeno 1 centimetro.

  • Togliere sempre le foglie inferiori in modo che non siano a contatto con l’acqua.

  • Non esporre i fiori al sole né alle correnti d’aria e neppure vicino a qualunque fonte di calore perché in tal modo viene accelerata l’evaporazione dell'acqua dalle foglie e dal fiore che non può essere compensata dall’aspirazione dei fiori dell’acqua dal vaso.

  • Un ambiente asciutto e caldo fa sempre avvizzire velocemente i fiori come pure il vento.

  • Non posizionarli vicino alla frutta perché essa emana etilene che è un potente veleno per i fiori e li fa appassire molto velocemente.

Alcuni consigli per le piante
Lucidanti a pressione per foglie

Usare esclusivamente per le sole piante a foglia lucida ma non spesso e soprattutto spruzzare premendo per non più di due secondi per volta e lontano almeno 30/40 cm dalle foglie altrimenti queste si bruciano a causa della temperatura fredda della soluzione che esce dalla bomboletta a miscela compressa.

Luce
Non tenere le piante acquiste per l'interno direttamente esposte al sole. Tenete presente che tutte le piante hanno necessità di luce per vivere  e poca luce è solo tollerata da alcune piante.
Più luce = acqua più spesso, meno luce = meno acqua.

Tagli
Prima di potare i rami occorre disinfettare sempre la lama con alcool od altre soluzioni e ciò anche spesso durante i tagli, soprattutto quando si passa da una pianta all’altra.
Ogni pianta ha un suo periodo per effettuare tagli o potature, seguire le istruzioni relative ad ognuna.

Sole
Le piante acquistate dal fiorista e cresciute in serra non tollerano normalmente la luce diretta del sole. Solo alcune specie si possono adattare ma occorre abituarle piano piano, meglio se fin dalla primavera.
Il sole del mattino è tollerato da moltissime piante perché è più debole essendo basso sull’orizzonte e filtrato dall’umidità della notte. Il sole veramente dannoso è quello che irradia da mezzogiorno alla sera quando l’aria si asciuga ed i raggi sono perpendicolari e con minori filtri.

Temperatura
Se la temperatura scende occorre ridurre le bagnature sia in quantità che periodicità.
Una pianta asciutta sopporta molto meglio le basse temperature.

Acqua
Le bagnature vanno sempre fatte con poca acqua, semmai ripetute più di frequente, ma se vedete che l’acqua nel sottovaso rimane per un giorno dovete toglierla e cercare di non ripetere l’errore di bagnatura troppa o troppo ravvicinata. In questo caso lasciare asciugare prima di ripetere l’operazione.
La maggior causa di danni alle piante è dovuta alla troppa acqua.
In inverno bagnate più raramente le piante, soprattutto aspettate che siano asciutte. Il miglior modo è valutare il peso del vaso per capire se la terra è ancora troppo bagnata.

Travaso
Usare solo al massimo due misure superiori di vaso, max diametro in più 2 o 4 centimetri. Non travasare in inverno ed in piena estate.

Concime
Utilizzare sempre concimi che contengono, oltre ad azoto, fosforo e potassio, anche i microelementi.
Non dimenticare il ferro almeno in primavera.
-torna su-

I parassiti delle piante
I parassiti animali:

Occorre porre molta cura nella individuazione della presenza di insetti ed acari nelle piante che avete in casa e sul balcone.
I principali sono:
gli afidi (pidocchi) e le cocciniglie sono insetti che succhiano la linfa delle piante causandone indebolimento, rallentamento della funzione vitale, appassimento.
Ci sono specie di piante che sono più sensibili di altre (esempio la kentia per la cocciniglia e la rosa per i pidocchi) ma in generale occorre far attenzione a tutte le piante che si hanno in casa.
La primavera è il periodo nel quale questi parassiti si propagano più velocemente. E’ opportuno intervenire anche in via preventiva quando si sono avuti attacchi precedenti ed a inizio stagione.
I ragnetti rossi e gli altri acari appaiono anch’essi in primavera e, mentre i ragnetti sono visibili avendo dimensioni di qualche decimo di millimetro, gli altri acari in genere non lo sono se non quando sono diventati visibili avendo prolificato in colonie.
Vale sempre la pena agire in via preventiva per colpire le uova a fine febbraio-marzo.
Esistono prodotti appositi da irrorare. Fate riferimento al negozio.

Le malattie crittogamiche

Funghi, batteri e virus sono i tre gruppi principali.
Mentre per i batteri e virus l’infestazione è più difficile perché sono combattuti all’origine in semenzaio ed in serra di coltivazione, quindi all’origine, i funghi si formano in seguito a circostanze facilmente ripetibili in ambiente domestico.
Le ruggini sono funghi e si presentano proprio come la ruggine del ferro con macchie pulverulente e colore intorno al giallo-marrone. Rosa e garofano ne sono spesso colpite.
L’ oidio o mal bianco attacca molte specie (lauro, rosa..) e si riconosce da una muffa bianca pulverulenta.
La muffa grigia (botrytis) è facilmente individuabile nei ciclamini che siano rimasti umidi per troppo tempo sotto le foglie.
Tutte queste malattie si manifestano quando la temperatura si mantiene sopra i 18 gradi e l’umidità molto alta..
I marciumi delle radici invece dipendono troppo spesso da un eccesso di bagnatura, specie nel periodo invernale associata alla poca luce dell’ambiente. Analizzate bene questo caso prima di tutto.
-torna su-

Il significato dei fiori

Agrifoglio:forza, resistenza

Alloro:trionfo

Ambrosia:amore corrisposto

Anemone:semplicità

Fiore d'arancio:verginità

Azalea:femminilità

Biancospino:speranza

Begonia:fai attenzione

Calendula:pena d'amore

Cactus:durata

Camelia rosa:desiderio di te

Camelia rossa:una fiamma nel cuore

Camelia bianca:adorabile

Ciclamino:addio

Fiori di ciliegio:educazione

Dalia:riconoscenza

Edera:fedeltà, amore esclusivo

Erica:solitudine

Felce:sincerità

Fiordaliso:primo amore

Gardenia:fedeltà e simpatia

Geranio:stupidità,follia

Gelsomino giallo:gentilezza, candore, eleganza

Gelsomino bianco:amabilità

Giglio giallo:nobiltà

Giglio rosa:vanità

Girasole:amore che adora

Spiga di grano:abbondanza, prosperità.

Iris:fede, speranza,

Lavanda:buona fortuna.

Lauro:gloria

Lillà bianco:purezza,verginità

Lillà rosa:umiltà

Magnolia:nobiltà

Margherita:innocenza,spontaneità,

Mimosa:libertà, autonomia.

Mughetto:civetteria

Narciso:egoismo

Nontiscordardimè:amore eterno

Orchidea:sensualità

Palma:vittoria

Passiflora:fede, religione.

Fiori di pesco:amore immortale.

Primula:primo amore

Rosa gialla:gelosia

Rosa rossa:passione

Tulipano rosso:dichiarazione d'amore

Tulipano giallo:un sorriso d’amore

Violetta:fedeltàIl significato dei fiori
-torna su-

 
 

Il linguaggio dei colori

Bianco
È Il simbolo della purezza, dell'innocenza e del pudore. Esprime un sentimento puro e sincero. Viene utilizzato anche quando si attendono nuove notizie

Giallo
Il giallo viene comunemente associato all'infedeltà e al tradimento, ma è anche simbolo di lusso, gloria e successo.

Arancione
È un colore che simboleggia la gioia, l'allegria, e la piena soddisfazione per un successo già raggiunto. Anche sentimentalmente esprime un amore già consolidato e appagante.

Rosa
È simbolo della giovinezza ed esprime un amore appena nato. Il rosa è associato anche a grande ammirazione

Rosso
È notoriamente l'espressione dell'amore ardente e passionale, del coraggio e del forte desiderio di vittoria. È però anche simbolo di collera e di temperamento volitivo.

Rosso scuro
Simboleggia la costanza, la continuità e l'immortalità

Viola
Esprime sentimenti di modestia, generosità ed umiltà. È simbolo di una insormontabile timidezza.

Azzurro
L'azzurro chiaro è simbolo di difficoltà e inquietudine dovuta a problemi di diversa origine (soldi, salute...).

Turchese
Gratificazione per chi si occupa con grande impegno di arte o di scienze (soldi, salute...).

Verde
Simboleggia la speranza o un pericolo già scongiurato, rappresenta anche la gioia o l'ottimismo.
-torna su-

 
 

Un fiore per ogni occasione
Le occasioni di donare i fiori sono innumerevoli e comunque i fiori rappresentano un omaggio sempre ben gradito; tuttavia, molti avvenimenti della vita di una persona a cui viene tradizionalmente associato il regalo di un mazzo di fiori sono soggetti a regole, che occorre seguire se si vuole che i fiori vengano al meglio apprezzati.

Nascita
Molto indicati sono i bouquet di piccole rose rosa o di tulipani bianchi o rosa.

Battesimo
La tradizione prescrive che i fiori siano bianchi indipendente dal sesso del neonato. Anche se qualcuno preferisce regalare un mazzo rosa o azzurro.

Comunione o Cresima
I fiori devono essere necessariamente bianchi optando per giglio e rose.

In amore e fidanzamento
Rose rosse vanno per la maggiore ma anche colori tenui e delicati: piccole rose rosa o bianche, peonie rosa o lillà.

Amore - matrimonio
Da far pervenire ai futuri sposi il giorno prima della cerimonia. Una cesta di fiori d'arancio, gelsomino, tuberose, gigli, gypsophila o fresie. Il colore dei fiori deve essere necessariamente bianco o rosa chiaro.    I fiori più adatti sono i tradizionali fiori d'arancio, rose, gelsomini, tuberose, orchidee.

Anniversari
Per tutti i tipo di anniversari, compreso quello del matrimonio, il fiore più indicato è certamente la rosa di qualsiasi genere, specie o colore.

Nozze d'argento e d'oro
Qualsiasi specie di fiore di qualunque colore è adatto a questa circostanza, l'importante è che il mazzo venga confezionato con un nastro colore argento nel caso di nozze d'argento, e con un nastro dorato nel caso di nozze d'oro.

Laurea
Fiori fastosi ed allegri mescolati a qualche ramo di alloro. Comunque di fiori del colore che caratterizza la facolta' in cui ci si laurea.

San Valentino
Festa degli innamorati - un mazzo di rose rosse, sempre di numero dispari.

Festa della Donna
Mimosa.

Festa della Mamma
Qualsiasi bouquet è adatto a questa occasione.

Natale
Agrifoglio, spighe dorate, rami con bacche, pungitopo e stelle di natale.

Capodanno
Composizioni con qualche ramo augurale di vischio unito a qualche spiga.

Pasqua
Narcisi, giacinti, tulipano, ranuncoli, e fiori di pesco.

Malattia
Fiori allegri e coloratissimi, meglio se privi di profumo (in numero dispari)
-torna su-

 
 

I fiori dello zodiaco

Ariete dal 20 Marzo al 19 Aprile
Elemento: Fuoco
Il fiore: Narciso
Piante e Fiori della fortuna: Rosmarino, Olivo, Sandalo, Biancospino, Mughetto

Toro dal 19 Aprile al 20 Maggio

Elemento: Terra
Il fiore: Rosa
Piante e Fiori della fortuna: Ginestra, Betulla, Salvia

Gemelli dal 20 Maggio al 21 Giugno
Elemento: Aria
Il fiore: Garofano
Piante e Fiori della fortuna: Mughetto, Eliotropio, Prezzemolo, Sambuco, Menta

Cancro dal 21 Giugno al 22 Luglio
Elemento: Acqua
Il fiore: Ninfea
Piante e Fiori della fortuna: Lirio acquatico, Giunco

Leone dal 22 Luglio al 22 Agosto
Elemento: Fuoco
Il fiore: Girasole
Piante e Fiori della fortuna: Amapola, Eliotropio

Vergine dal 22 Agosto al 22 Settembre
Elemento: Terra
Il fiore: Margherita
Piante e Fiori della fortuna: Valeriana, Madreselva

Bilancia dal 22 Settembre al 23 Ottobre
Elemento: Aria
Il fiore: Giglio
Piante e Fiori della fortuna: Rosa bianca, Dattero, Lirio

Scorpione dal 23 Ottobre al 22 Novembre
Elemento: Acqua
Il fiore: Orchidea
Piante e Fiori della fortuna: Dalia, Tabacco, Ginepro

Sagittario dal 22 Novembre al 21 Dicembre
Elemento: Fuoco
Il fiore: Margherita
Piante e Fiori della fortuna: Malva, Cannella, Sandalo

Capricorno dal 22 dicembre al 20 gennaio
Elemento: Terra
Il fiore: Margherita
Piante e Fiori della fortuna: Amapola nera, Amapola

Acquario dal 21 Gennaio al 20 Febbraio
Elemento: Aria
Il fiore: Mimosa
Piante e Fiori della fortuna: Incenso, Orchidea

Pesci dal 21 Febbraio al 20 Marzo
Elemento: Acqua
Il fiore: Mimosa
Piante e Fiori della fortuna: Olmo, Alloro, Alga
-torna su-

 
Torna ai contenuti | Torna al menu